Nathien Ludwig de Willem

Spadaccino di Leone

Description:

Nathien è il tipico uomo di Leone, carnagione abbronzata in parte bruciata dal sole, corporatura slanciata, alto circa un metro e settantacinque, capelli e barba scuri e molto curati. Facilmente distinguibile per i suoi abiti che pur usurati sono di costosa fattura e dal singolarissimo cappello a tesa larga ricoperto di piume colorate. Al fianco di de Willem pende la sua fedele arma, una spada lunga e affusalata dall’aspetto pittoresco (uno stocco) proveniente quasi certamente d’oltre barriera.

Bio:

Nathien è un duellante piuttosto esperto, figlio di un nobile decaduto di Leone attualmente rinchiuso nel carcere della città per non aver pagato i suoi debiti ad un influente mercante della città. La madre, dopo l’arresto del marito si è risposata con un agiato mercante di Leone.
A seguito di questi sconvoglimenti, Nathien che comunque ama il padre ha abbandonato Leone per vivere come duellante, facendosi un discreto nome in tutta la baia di Cala Fosca. Tutto ciò che gli rimane della sua famiglia sono la sua spada ed una mappa donatagli dal padre prima di finire in galera. Negli ultimi anni tuttavia i proventi di de Willem ricavati dalla sua attività di mercenario hanno cominciato a calare, costringendo il de Willem a scegliere lavori sempre più sporchi e meno onorevoli fra cui in ultimo il rapimento delle elfe Kerith ed Arim. Da quando si è unito al gruppo Nathien ha rischiato svariate volte la vita nel tentativo di proteggere le due elfe, riscattando in più di un occasione il suo onore. Recentemente Nathien ha scoperto che la mappa in suo possesso in realtà condurrebbe ad un tesoro gelosamente custodito dalla famiglia De Willem e che la mappa stessa è stata creata su commissione dall’alchimista Antimonio.

Nathien Ludwig de Willem

Cronache degli Eredi Chronicles_of_Trento